Storytelling. Perché dovresti iniziare a farlo anche tu

//Storytelling. Perché dovresti iniziare a farlo anche tu

Storytelling. Perché dovresti iniziare a farlo anche tu La tecnica dello storytelling che tocca l’anima delle persone

Lo storytelling letteralmente è l’arte del raccontare una storia. Ma non una storia qualsiasi.
Si tratta di un racconto che fa leva sulle emozioni: felicità, gioia, rabbia, compassione.
E di un racconto in cui è facile riconoscersi, perché racconta avvenimenti comuni: avere una famiglia, fare un incidente, ammalarsi, riuscire a realizzare un sogno, dare il primo bacio.

Cosa c’entra il marketing con questo?
Serve a legare il proprio prodotto a un certo sentimento, a un certo valore. E a trasmetterlo in modo semplice ed immediato.
A fare in modo che le persone ricordino la storia e la sensazione provata, e che siano naturalmente invogliate ad avvicinarsi a quel determinato prodotto.

Ricordo che il mio primo medico di base era uno storyteller nato. Potevi andare da lui col peggiore male del mondo; ti faceva accomodare, ti raccontava una storia, e improvvisamente ti sembrava di sentirti meglio.
Per darti una prova ti porterò un esempio.

Era un periodo in cui ero giù di tono per il lavoro, ai tempi lavoravo come dipendente e non mi sentivo appagata. Questo malessere si ripercuoteva anche nel mio stato generale di salute.
Il mio medico mi raccontò la storia dei tre uomini che spaccano le pietre.

Un pellegrino si recò dal primo uomo e gli chiese – cosa stai facendo?
Il primo uomo rispose – sto spaccando le pietre, e con quelle anche la mia povera schiena.
Il pellegrino chiese allora al secondo uomo – cosa stai facendo?
Il secondo uomo rispose – Sto lavorando per poter mantenere la mia famiglia e i miei figli.
Infine, il pellegrino andò dal terzo uomo e gli chiese – cosa stai facendo?
Il terzo uomo, pieno di entusiasmo, gli rispose – sto costruendo una bellissima cattedrale”.

Ha cercato di vendermi il mio lavoro sotto un altro aspetto.
Di non valutare semplicemente l’attività in sé, e nemmeno il motivo per cui la svolgevo ogni giorno.
Ma lo ha venduto come la realizzazione di un fine più grande, un bene utile per la vita della comunità.
E non solo. Dopo diversi anni ricordo ancora questa storia. La collego al mio medico, alle emozioni che mi ha fatto provare. E, di conseguenza, tendo a valutarlo professionalmente in base a come mi ha fatta sentire.

Allo stesso modo, con lo storytelling posso vendere non semplicemente un oggetto, ma un’esperienza, un’emozione, un valore trasmesso da quello stesso oggetto.
Se compro un libro, non è per il fatto di voler semplicemente leggere, ma perché ho voglia di provare un’emozione leggendo una storia. E più mi prenderà a livello emotivo, più quel libro mi rimarrà impresso, lo consiglierò e lo rileggerò.

Oltre che attraverso le parole, lo storytelling può passare anche attraverso le immagini e i video. Questi ultimi, in particolare, sono i più efficaci e utilizzati negli ultimi anni.
Un esempio di video ben riuscito e che è diventato virale è quello che racconta la storia di un nonno che decide di imparare l’inglese.

Se vuoi avvicinarti alla tecnica dello storytelling per la tua azienda, scrivimi per un incontro conoscitivo per trovare insieme la soluzione migliore per il tuo business: info@brandcarpet.com

By | 2017-05-19T10:28:22+00:00 aprile 28th, 2017|Senza categoria|0 Comments

About the Author:

Consulente Digital Marketing

Leave A Comment